Titolo del progetto | Osservatorio sulla giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo

Ente co-finanziatore | Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità |  Consiglio Nazionale forense

Finalità | migliorare l’accessibilità della giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo, creando un valido strumento di consultazione a disposizione di avvocati, magistrati, pubbliche amministrazioni, forze dell’ordine e semplici cittadini.

Descrizione del progetto | l’importanza crescente assunta dalla Convenzione europea dei diritti umani nel nostro ordinamento ha fatto emergere l’esigenza di fornire agli operatori giuridici uno strumento in grado di assicurare una più ampia conoscenza e diffusione della giurisprudenza della Corte europea dei diritti umani. Tale esigenza è emersa anche nelle ripetute sollecitazioni espresse dal Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa attraverso cinque successive raccomandazioni in materia di conoscenza e conoscibilità della giurisprudenza della CEDU, informazione e formazione in materia di diritti umani ed esecuzione delle sentenze della Corte di Strasburgo. La fruizione dei documenti europei è spesso resa difficile da ostacoli di carattere linguistico: le sentenze e le decisioni della Corte Europea dei diritti dell’uomo sono, infatti, redatte in inglese e/o francese e non esiste allo stato attuale un regolare sistema di traduzione in lingua italiana. L’Unione Forense ha, pertanto, realizzato il sito “Osservatorio CEDU” (www.osservatoriocedu.eu), che offre al pubblico un servizio di consultazione ed informazione in lingua italiana relativo alla giurisprudenza della Corte europea dei diritti umani ed all’attuazione della Convenzione europea dei diritti dell’uomo.

Durata del progetto | dal 2007 in corso

In Evidenza