Nell’ottobre 2016 l’Unione forense per la tutela dei diritti umani ha redatto un alternative report  (o “Shadow report”) in vista del fatto che l’Italia, l’1 e 2 dicembre 2016, sarà esaminata a Ginevra durante la 91° sessione del Comitato ONU per l’eliminazione di tutte le forme di discriminazione razziale (CERD).
Tramite il nostro rapporto ombra, abbiamo voluto presentare al CERD informazioni volte a fornire un quadro maggiormente critico rispetto  al rapporto presentato dal governo italiano, relativamente all’attuale status della lotta alla discriminazione razziale, nonché in ordine all’attuazione della Convenzione per l’eliminazione di tutte le forme di discriminazione razziale nel nostro paese.
Il rapporto presentato dall’UFTDU mira a far luce sulle lacune della normativa italiana in materia di protezione dei migranti contro il discorso razziale (c.d. hate speech), problematica di sempre più scottante attualità sia nel dibattito politico che nei media e nei social network. Sul punto, nel rapporto sono presenti le raccomandazioni suggerite dall’UFTDU al governo italiano.
Il contro-rapporto UFTDU è disponibile qui.
Share →

In Evidenza